Pubblicato da: OscarQ | maggio 19, 2015

Cose

Ne succedono di ogni
ne succedono ovunque
ne trovi a iosa di queste cose.
Cose cose cose,
soltanto cose,
come suona bene questa parola:
cose.
Definisce la materia semplice,
ma la si usa come sostanza impalpabile:
si dice “quella cosa”  per inglobare tutto.
Si dice “Che cosa?”  per cercare la spiegazione a tutto.
Poi si caricano i discorsi di tutte le parole del vocabolario per dare sostanza, definire, limitare, valutare, sintonizzare, considerare, non sbagliare mai.
Non sbagliare, non sgarrare, non travisare, non interpretare, non fraintendere, non supporre, e poi ti sfianchi, spossato, e perdi lo slancio, e tutto si fa polvere nell’aria e non resta nulla,
una finta e fragile consapevolezza che tutto è perfetto,
quindi è il nulla.

Basterebbe il silenzio,
ma ce ne accorgiamo sempre tardi.

Annunci

Responses

  1. Le cose che arrivano, sostano, passano
    Ci inebriamo di cose ma restano solo cose nella brevità della vita
    Il silenzio, ecco una Cosa che manca spesso
    Caro Oscar, grazie veramente
    Ti abbraccio
    Mistral

  2. Tengo molto a questo mio scritto, lo reputo un mio pensiero fondante. Come non sentirmi lusingato quindi da un tuo commento?
    Qui, il mio grazie più sincero, Mistral! Un abbraccio!

    OQ


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: