Pubblicato da: OscarQ | aprile 26, 2014

Come si dicono le cose semplici

Te lo dico così,
come si dicono le cose semplici: mi sento vuoto senza te.

Senza la tua anima fatta corpo al mio fianco,
senza quelle tensioni che ci attraevano come poli opposti,
senza quell’insignificante bottiglia d’acqua che cercavi al bordo del letto nel mezzo della notte.

I risvegli forzati ogni mattina,
la volontà di prendersi per mano,
e accompagnare le difficoltà dell’altro
verso una soluzione che da soli ci si illude di trovare,
perché il libero arbitrio permette di decidere,
ma solo come sbagliare.

Zoppo, una stampella di legno marcio,
un orizzonte solitario.
È quello che hai voluto,
è ciò che ho accettato, come un liquido rovesciato da una bottiglia
in un bicchiere e su un tavolo.

Annunci

Responses

  1. non si può riempire d’altro una ciotola già piena… prova a svuotarti e arriverà un nuovo contenuto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: