Pubblicato da: OscarQ | settembre 15, 2013

Stenti

Il primo bacio sotto il glicine lo ricordo bene:
non ricordo se fosse acqua o sale, se fosse dolce come il mare,
l’ho ritrovato in un angolo laggiù, in fondo, sulle rive di un lago che non ne sapeva più parlare.
Rime scontrate tra onde e torrenti, che dalle fronde dei rami raccolgono i lamenti, così scontate da farmi vergognare,ed aumentare la vergogna che da tempo ormai mi assale,
e che rema come un remo schiantato contro i reni, lasciandomi i ricordi, rompendo le catene.

La conclusione ormai è la solita, io che scrivo e il tuo occhio che da anni più non mi rispetta. Frugando tra la polvere ho trovato una tua foto, ma non guardavi l’obiettivo, ma quell’aereo in volo, quel mattino.

Annunci

Responses

  1. Mi piace molto il modo in cui scrivi… Carla

  2. Mi fa molto piacere, veramente… Passo a trovarti il prima possibile.

    A presto e grazie, Oscar


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: