Pubblicato da: OscarQ | maggio 14, 2010

Quell’estremità…

Era notte e un rombo lancinante mi svegliò come se le tegole stessero crollando sul cuscino. Quelle luci arancio al di fuori dei vetri mi rendevano ancora più stordito, più di quanto già il risveglio brusco avesse fatto. Gli occhi che pungevano dal sonno, le palpebre gonfie che forzavano la mia volontà di osservare quello che si prevedeva uno spettacolo epico e unico. Raccolsi le forze dalla scarica d’adrenalina e mi mossi scoordinato mentre la stanza veniva illuminata a giorno. Le pareti ricevevano una tale quantità di luce che il mio sguardo rimase legato a quel particolare chiarore, intermittente e sinuoso come poteva apparire un’aurora boreale nel pieno della sua maestosità. Era qualcosa di incontrollabile che non sarebbe mai dovuto accadere, ma che in quei pochi istanti aveva stravolto un equilibrio che durava e perdurava da molto tempo. Confuso come una pagina di Houllebecq, intenso come un quadro di Turner, finalmente la manifestazione definitiva si aprì di fronte ai miei occhi e, in quel momento, presi consapevolezza che, oltre alle immagini, anche un’incalcolabile sequenza di suoni saturava l’aria; l’incendio ormai aveva divorato parte del palazzo di fronte come se Nerone fosse tornato a farci visita.
Raccolsi quei quattro stracci che avevo nell’armadio e riempii la valigia: vestiti, libri, cianfrusaglie, libri, foto, libri, soldi, libri, cibo, libri, e anche un po’ del suo amore, quello che avanzava in quella stanza. Lo raggruppai con un ampio gesto delle mani per tutto il perimetro della camera, strinsi al cuore quel pugno di immagini e profumi e poi lo riposi con dolcezza sopra i vestiti. Potrei scriverci un romanzo, pensai, se solo sapessi come si fa.

Quando mi svegliai la mattina l’unica cosa che bruciava era la mia mente, e tutto dentro di me era cenere. Mi alzai, mi avvicinai alla valigia e la chiusi con dolcezza; si, lo ripeto, quell’estrema dolcezza di cui avevo ancora bisogno e che quel pugno d’aria in quel tragico sogno ancora si meritava, solo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: